Chi siamo

La Società Italiana per la Storia della Fauna è intitolata a Giuseppe Altobello, medico e naturalista molisano vissuto a cavallo tra ‘800 e ‘900, il cui nome è legato alla descrizione, come sottospecie a parte, del lupo appenninico  (Canis lupus italicus Altobello, 1921) e dell’orso bruno marsicano (Ursus arctos marsicanus Altobello, 1921).

IL PROGETTO
Nel corso di lunghe chiacchierate con amici naturalisti era spesso emersa la carenza di studi di taglio storico che indagassero sulla distribuzione delle specie animali nel tempo e nello spazio. Una lacuna dovuta sia alla oggettiva mancanza di studi, che alla loro limitata circolazione. Abbiamo ritenuto che tentare di colmare, seppure parzialmente, questo vuoto, avrebbe aiutato a comprendere meglio le cause di rarefazione o, nei casi critici, di scomparsa di alcuni rappresentanti emblematici della fauna italica. Iniziative mirate al recupero della documentazione esistente sono state avviate in varie realtà regionali: per l’Appennino centro-meridionale, ad esempio, l’attività di indagine è sorta in parallelo con la riscoperta e la valorizzazione della figura e dell’opera di Giuseppe Altobello, medico e naturalista molisano che, formatosi alla scuola evoluzionista di Carlo Emery, indagò la fauna dell’Abruzzo e del Molise, descrivendo diversi endemismi tipici dell’Appennino.
Questo sito ha come obiettivo quindi, favorire la diffusione e la conoscenza della documentazione storica sulla presenza della grande fauna, focalizzando l’attenzione su quelle specie simbolo, come appunto l’orso ed il lupo, che tanto parte hanno avuto, ed hanno tuttora, nell’immaginario collettivo. Questo sito nasce quindi come luogo di incontro, di discussione, dove pubblicare un lavoro, una ricerca inedita, segnalare fonti archivistiche, iconografiche o bibliografiche ecc. ma anche come scaffale virtuale, dove reperire materiale documentale altrimenti di non facile acquisizione.
La Società, nata nel 2011, oltre agli scopi statutari, ha un’ambizione, quella di far dialogare due mondi che raramente interagiscono tra loro: quello umanistico e quello scientifico.

Presidente e Consiglio direttivo

2011-2014

Corradino Guacci              presidente

Adriano De Faveri            componente

Dario Febbo                        componente

Mauro Ferri                        componente

Giuseppe Tiberio              tesoriere

2014-2017

Corradino Guacci           presidente

Mauro Ferri                     componente

Luigi Piccioni                  componente

Bernardino Ragni        componente

Giuseppe Tiberio           tesoriere

2017-2020

Corradino Guacci           presidente (con funzioni anche di tesoriere)

Giorgio Boscagli             componente

Patrizia Gavagnin (subentra Liliana Zambotti nel febbraio 2018)   componente

Luigi Piccioni                 vice-presidente

Lella Rossetti                 componente

2020 – 2023

Corradino Guacci           presidente (con funzioni anche di tesoriere)

Giorgio Boscagli             componente

Luigi Piccioni                  vice-presidente

Liliana Zambotti            componente

 

SOCI FONDATORI*

Giorgio Boscagli 
Ciro Castellucci
Adriano De Faveri
Maria Valeria De Iorio 
Dario Febbo
Mauro Ferri 
Corradino Guacci 
Luigi Mastrogiuseppe
Giuseppe Tiberio

*Atto Notaio Eliodoro Giordano in Campobasso del 7 marzo 2011 rep. 26349 rac. 13550

SOCI ORDINARI (in carica e storici)

Settimio Adriani

Gaetano Aloise

Lorenzo Arnone Sipari

Giorgio Boscagli

Corrado Battisti

Antonello Capra

Claudio Carere

Gabriele Casciani  

Ciro Castellucci

Davide Celli

Adriano De Faveri

Tommaso De Francesco

Maria Valeria De Iorio

Gaetano De Persiis

Sergio Duraccio

Simone Farina

Dario Febbo

Mauro Ferri

Paolo Forconi

Dario Fraschetti

Patrizia Gavagnin

Luca Giardini

Stefano Gotti

Manuela Lai

Marco Masseti

Luigi Mastrogiuseppe

Paolo Mazzocco

Giuliano Milana

Giuliana Molinari

Gianni Palumbo

Luigi Piccioni

Daniela Pinato

Bernardino Ragni

Graziella Rossetti

Riccardo Santolini

Mario Spagnesi

Giuseppe Tiberio

Liliana Zambotti

Daniele Zavalloni

SOCI ONORARI

Spartaco Gippoliti 
Conservazionista, zoo consultant, membro dell’IUCN/SSC Primate Specialist Group

Sandro Lovari 
Università degli Studi di Siena, Professore di Biologia della Conservazione; Professore Emerito associato al Museo di Storia Naturale della Maremma

Renato Massa
Università degli Studi di Milano, Professore emerito, Biologia

Jean Marc Moriceau 
Università degli Studi di Caen, Normandia, fondatore e presidente della Rural Societies History Association

Gherardo Ortalli 
Università Ca’ Foscari Venezia, Docente emerito, Dipartimento di Studi Umanistici

Franco Pedrotti 
Università degli Studi di Camerino, Professore emerito, Botanico, cartografo e naturalista

Franco Perco
Zoologo. Già direttore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Socio fondatore e primo Presidente dell’Associazione Italiana per la Gestione Faunistica. Presidente di Ri.V.A. (Rinascita Venatoria e Ambientale).

Fulco Pratesi
Fondatore e Presidente di lungo corso del WWF Italia. Oggi ne è Presidente Onorario.

Partecipa alle nostre attività

L’adesione alla Società consente di seguire da vicino le attività e contribuire direttamente agli studi e alle ricerche.
La qualità di Socio, inoltre, consente di ricevere, gratuitamente o a prezzo scontato, pubblicazioni e riviste edite o patrocinate dalla Società.
Se desideri far parte del nostro gruppo prendi visione del nostro Statuto e, nel caso tu lo condivida, riempi e sottoscrivi il modulo di adesione inviandolo, insieme alla fotocopia di un documento di identità, all’indirizzo di posta elettronica  stofauna@gmail.com.
Verrai quanto prima contattato