Chi siamo

La Società Italiana per la Storia della Fauna è intitolata a Giuseppe Altobello, medico e naturalista molisano vissuto a cavallo tra ‘800 e ‘900, il cui nome è legato alla descrizione, come sottospecie a parte, del lupo appenninico  (Canis lupus italicus Altobello, 1921) e dell’orso bruno marsicano (Ursus arctos marsicanus Altobello, 1921).

IL PROGETTO
Nel corso di lunghe chiacchierate con amici naturalisti era spesso emersa la carenza di studi di taglio storico che indagassero sulla distribuzione delle specie animali nel tempo e nello spazio. Una lacuna dovuta sia alla oggettiva mancanza di studi, che alla loro limitata circolazione. Abbiamo ritenuto che tentare di colmare, seppure parzialmente, questo vuoto, avrebbe aiutato a comprendere meglio le cause di rarefazione o, nei casi critici, di scomparsa di alcuni rappresentanti emblematici della fauna italica. Iniziative mirate al recupero della documentazione esistente sono state avviate in varie realtà regionali: per l’Appennino centro-meridionale, ad esempio, l’attività di indagine è sorta in parallelo con la riscoperta e la valorizzazione della figura e dell’opera di Giuseppe Altobello, medico e naturalista molisano che, formatosi alla scuola evoluzionista di Carlo Emery, indagò la fauna dell’Abruzzo e del Molise, descrivendo diversi endemismi tipici dell’Appennino.
Questo sito ha come obiettivo quindi, favorire la diffusione e la conoscenza della documentazione storica sulla presenza della grande fauna, focalizzando l’attenzione su quelle specie simbolo, come appunto l’orso ed il lupo, che tanto parte hanno avuto, ed hanno tuttora, nell’immaginario collettivo. Questo sito nasce quindi come luogo di incontro, di discussione, dove pubblicare un lavoro, una ricerca inedita, segnalare fonti archivistiche, iconografiche o bibliografiche ecc. ma anche come scaffale virtuale, dove reperire materiale documentale altrimenti di non facile acquisizione.
La Società, nata nel 2011, oltre agli scopi statutari, ha un’ambizione, quella di far dialogare due mondi che raramente interagiscono tra loro: quello umanistico e quello scientifico.